Blu antico

Berlino, città della moda

Mentre decido con quale velocità chiudere il blog, noto che ormai è un blog di stile. Lo dico cercando di minimizzare i termini inglesi. Del loro abuso parliamo un’altra volta, dai.

Non mi sono depilato i polsi. Trascuratezza o un tocco di sprezzatura?

Oggi indosso un’automobile blu antico, camicia vintage originale di un’altra epoca e un orologio elettronico che non mi hanno regalato, ma ho comprato per 30 sacchi. L’abbinamento mi è venuto spontaneo, non penso mai troppo a quello che metterò addosso. Piuttosto mi affido all’istinto, guidato dall’educazione estetica che ogni vero artista deve possedere nel proprio bagaglio. Inutile accumulare libri e sproloquiare di filosofia, se non sai scegliere dei calzini decenti.
Un look vagamente rétro, dunque, da sfoggiare nei coktail bars della capitale, accompagnando la fidanzata dall’avvocato un po’ nerd o semplicemente girando in cerca di acquisti con i compagni di partito. Attualità e conoscenza della storia per l’uomo che ama vestire comodo, ma con stile e consapevolezza.
Per le occasioni più formali (cinema, matrimonio) consiglio invece un’automobile di marca che potete prendere a noleggio su internet. Il mio amico Peter Greenaway guida macchine francesi (Ford, Mustang) e dice che vanno bene. Quale che sia la nazionalità dell’auto, l’importante è saperla portare con disinvoltura, siete voi a dare vita al vostro stile e mai il contrario!
Se, come me, siete ragazzi alti più di 1,60 m, potete osare una Bugatti a colori chiari. Se avete amici o dovete caricare trans meglio un modello a 4 posti. Evitate le scarpe da ginnastica se avete più di 40 anni, le stringhe si impigliano nei pedali e se dovete sistemarle vi stropicciate i pantaloni appena ritirati dal sarto, con tutte le esclamazioni colorite del caso. E poi, non sarebbe ora di crescere?

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

41 thoughts on “Blu antico

  1. ysingrinus

    Io seguo la tua rubrica come fosse l’oroscopo su Rai Due.
    Mai piú senza i tuoi consigli.
    È un peccato che tu stia chiudendo ma capisco l’importanza del tuo gesto.

    Like

    Reply
    1. Un Artista Minimalista Post author

      Perché sei un ganzo, un vero influencer che sa vivere lo stile e sa viversi con stile.
      Eh purtroppo i popoli non sanno più apprezzare le cose belle. Se mi offrissero una trasmissione sui canali nazionali declinerei, pur a malincuore.

      Like

      Reply
        1. Un Artista Minimalista Post author

          Un vero artista si nega. Nemmeno Bob Djlan, alla fine, ha resistito alla tentazione di ritirare il nobel. “Col cazzo che vado a prenderlo”, aveva detto al nostro ultimo torneo di Hero Quest. Che delusione

          Like

          Reply
  2. gigifaggella

    Un breviario da imparare a memoria ed applicare per avere qualche chance in più nella vita quotidiana…certo per la Bugatti servirebbe un conto in banca a moltissimi zeri ma hai voluto dare quel tocco di sogno che in certe situazioni non guasta…

    Like

    Reply
    1. Un Artista Minimalista Post author

      Dubito di poterti insegnare qualcosa in fatto di stile ma apprezzo il complimento.
      PS Presto online il mio “10 trucchi quasi legali per farti una Bugatti in 6 settimane”, ebook o blu ray solo 399 euro.

      Like

      Reply
      1. gigifaggella

        chi può dirlo? Io vesto solo con tute felpate o camicie hawaiane da narcotrafficante stile Magnum PI…non a tutti piace. Dammi le coordinate del corso…il costo è inferiore a quello dell’arbre magique di una Bugatti…

        Like

        Reply
    1. Un Artista Minimalista Post author

      Purtroppo sono un inconcludente e disorganizzato babbeo, insomma un artista, un umile genio, e non so dire quanto tempo occorrerà per smettere. Ad alcuni potrebbe sembrare che non stia smettendo, ma è solo perché non capiscono l’arte!

      Like

      Reply
  3. gelsobianco

    Tu stai smettendo e io vorrei non lo facessi, ma comprendo che… tu sei un artista.
    Oh, una Bugatti a colori chiari…
    gb

    Like

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s