0685

Quando mi concedo una pausa dal fertile deboscio, a volte mi reco a fare un’escursione in montagna. La natura è padrona, l’acqua è potabile. L’aria è cristallina e di notte capita di osservare la galassia, pressoché invisibile nei centri abitati. Se in alta quota crescessero alberi da frutto, farebbero frutti più che commestibili.
Osservazioni che sembrerebbero scontate, eppure mi sembra di essere l’unico a capire come stanno le cose. Perfino i compagni di partito si girano dall’altra parte, troppo presi dai propri crucci quotidiani, dalle piccole rivalità, dai rifiuti di donne impossibili.
A volte ho l’impressione di essere circondato da pecore, che la società assomigli terribilmente a un gregge. Non posso farci niente, e mi incazzo: mai nessuno che veda a un palmo dal proprio naso, mai nessuno che abbia il coraggio di schierarsi a difesa dell’inquinamento sempre più minacciato e relegato alle basse quote.

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

15 thoughts on “0685

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s