Vasco Rossi

Oggi ho risentito “Vado al massimo” di Vasco Rossi, l’album, con la canzone omonima. Devo dire che continuo a non trovarlo un bell’album, ma un album splendido, come lo sono tantissime canzoni dei primi 10 anni di carriera di Vasco Rossi, e anche oltre.
Vasco è un grandissimo autore e poeta, uno degli ultimi esempi di arte popolare che mi vengono in mente. Ha saputo rappresentare come pochi altri un’epoca, la sua umanità, i suoi miti e le sue debolezze, in maniera onestamente cruda, con la rara capacità di parlare a tutti senza essere mai banale o paternalistico. Tanto che mi sorprende il paragone che spesso si fa, a cazzo di cane, con Ligabue, un autore che più paraculo non si può, con le sue pose da uomo della strada, ma genericamente sensibile, mai scorretto, insomma un principe azzurro con la barba di quattro giorni.
Vasco è stato ed è amato da milioni e milioni di persone; tuttavia, da sempre, si respira verso di lui e la sua opera un certo stigma, una certa derisione da parte di alcune frange pseudocolte o pseudoraffinate che forse confondono la bellezza con una cecità selettiva verso gli istinti primari, anche brutali, che albergano in tutti e muovono tutti. Peggio ancora, Vasco Rossi è spesso snobbato, in quanto italiano, da una certa categoria di cultori del “vero rock”, secondo la cui religione il vero rock proverrebbe unicamente dai paesi anglosassoni e sarebbe l’unica forma di espressione musicale ascoltabile senza vergogna e sensi di colpa mortali.
Non perché canta la passione per la fica, Vasco non sa parlare d’amore, e non perché scrive canzoni d’amore meravigliose non sa inneggiare alla fica con genuino entusiasmo. Eppure, molti artisti, per timore di essere etichettati come superficiali o sessisti, o per semplice sessuofobia, continuano a scrivere come se il sesso e l’amore fossero argomenti separati e si offendessero a vicenda, come se al mondo ci fossero organi genitali senza persone e persone senza pulsioni sessuali. Ora, però, smetterò con le cose ovvie e male espresse e passerò alle conclusioni.

CONCLUSIONI
Valutare Vasco per l’ultimo singolo sentito in un centro commerciale, tra le notifiche di Whatsapp del vicino di spesa e i capricci di infanti bisognosi di tablet, ciò è molto ingiusto e denota una certa supponenza, una certa ignoranza. Un autore con una carriera quarantennale e che, piaccia o no, ha saputo accompagnare ed emozionare un popolo, andrebbe considerato con un po’ più di rispetto, anche se la sua opera fosse in una fase discendente e forse non gli appartenesse più.

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

113 thoughts on “Vasco Rossi

      1. dmitri

        Io immagino che quello di cui parli nel post sia una cosa che in qualche modo ha ferito Vasco Rossi, fino al giorno in cui un cantautore di quelli incensati gli ha chiesto di cantare “Ogni volta”. In una intervista rivendicava con orgoglio la cosa.

        Liked by 1 person

        Reply
  1. ysingrinus

    Dunque. La tua difesa non solo è accurata, è anche giusta.
    La genuina passione per la fica è completamente aliena a Ligabue. C’è da dire che sono piú di 10 anni che Vasco Rossi ha in parte tradito sé stesso e la sua genuinità.

    Liked by 1 person

    Reply
    1. Un Artista Minimalista Post author

      Grazie, è una difesa ma anche una dichiarazione di ❤
      Credo che Vasco abbia dimostrato tutto quello che un artista possa voler dimostrare, ma temo abbia dei problemi personali e non abbia il giusto controllo del suo lavoro.

      Like

      Reply
  2. kalosf

    Ciò che scrivi per Vasco andrebbe adattato a molti giudizi sparati gratuitamente senza nemmeno lontanamente conoscere la materia di cui si parla…

    Like

    Reply
  3. colpoditacco

    Rispetto quello che hai scritto e rispetto Vasco… ma a me non piace particolarmente… Non ho mai comprato un suo cd, non sono andata mai a un suo concerto e lo ascolto solo che capita per caso alla radio… Non so perché ma non mi garba proprio come persona. Forse dovrei giudicare le canzoni e non lui, ma a parte qualcuna che apprezzo, le altre non mi fanno impazzire. Ecco, ora mi arriveranno una serie di insulti… ahahah

    Like

    Reply
    1. Un Artista Minimalista Post author

      In effetti rischi grosso! Anzi no, questo è un blog che premia il dissenso ahaha

      Piacere o non piacere è l’unico criterio che mi interessa, ha comunque alle spalle una visione e una cultura. Il mio articolo, oltre ad essere un articolo cazzone, criticava più che altro le critiche saccenti o basate su pregiudizio!

      Like

      Reply
                  1. colpoditacco

                    Eh lo so… è tutta invidia! Noi geni fighi dobbiamo conviverci quotidianamente…
                    Mi hanno detto anche che quando faccio la saputella dovrei essere sculacciata 😂😂😂 anche a te lo dicono? Ahaha

                    Liked by 1 person

                    Reply
  4. alessialia

    zenti art…. me cacci e mi cazzi se ti dico che uno dei due unici concerti paganti che sono andata in vita mia è di ligabue? lo adoro perchè mi piacciono le canzoni e la voce… e non perchè separa sesso e ammmmore. me piace e basta!
    vasco non lo seguo molto e non lo giudico come persona o scelte fatte. è affar suo.
    le canzoni quelle solide e dell’immaginario collettivo della sua prima opera (azzo ho detto?) mi piacciono e le canto… le nuove non le conosco…

    Liked by 1 person

    Reply
                1. Un Artista Minimalista Post author

                  Insultare un’amazzone a cavalcioni di quel mezzo diabolico? Sfidare a tris la dominatrice della strada e dell’autorimessa? Non sono così sprovveduto o temerario, sono solo un umile genio ed ho visto troppe puntate di Xena per commettere una simile imprudenza!

                  Like

                  Reply
                  1. alessialia

                    mo mezzo diabolico… e che esagerata… volendo neanche lo so accendere eh…
                    xena non l’ho mai vista, quindi non so se mi stai dicendo una cosa bella o brutta…. probabilmente è aggressiva, ve?

                    Like

                    Reply
                    1. alessialia

                      Ah ecco… Devo alzare poc poco di piu la cresta ve art? Tra l’altro, ieri da agnese ho detto che swcondo me oltre alla chiave inglese tu nascondi pure un trapano… O un martello? Mo non mi ricordo… Ma è lo stesso!

                      Like

                    2. alessialia

                      Uh santa passeretta… Hai ragione… Se dimostro tutta la mia umiltâ poi non posso avere nessuna scusa per venire a lezione da te… Devo nasconderne un bel po allora…
                      Mmmhhh quindi pero la chiave inglese è piu importante sel martello…

                      Like

                    3. alessialia

                      Umilmente sempre certo…! Chissà se son maturi i tempi x venire a vedere un tuo altro post?! A capo chino verró cone la piu umile degli umilmente umili!

                      Like

                    4. alessialia

                      E mamma mia art….. Ma avevi mangiato pesante? Ccchezzo!spettacolo!
                      Solo che la sto sentendo ora… In mezzo agli specchi e per poco non mi prende un infarto…

                      Like

                    5. alessialia

                      Beh si… La.tua voce mi ha guidato anche li… Ed ero contorniata di specchi in penombra… Davvero. Alla fine del corridoio sulle tre porte.vicine ci sono tre specchi…
                      Mado momenti svengo!

                      Like

                    6. alessialia

                      Tanta passione direi…..
                      Cotanta roba da poter consultare da noi comuni mortali… Visto che to4na la nia umilta?
                      E non ho commentato il fatto che noi stavam parlando della tus canzonr prima che io la ascoltassi!

                      Like

                    7. alessialia

                      Ma tu sei proprio tu oh!
                      Cosi si fa! Chissenefrega come ai balla! Basta che balliamo! E poi ti insegno io! Anzi no. Li è l’uomo che porta, quindi fai come ti pare e io ti seguo

                      Like

                    8. alessialia

                      Ah ecco! Nemmeno una comune mortale come me legge le istruzioni…
                      Pero le tue didascalie son vocabolario!
                      Ma tu le scrivi e non le segui?

                      Like

                    9. Un Artista Minimalista Post author

                      Le didascalie sono per il popolo bisognoso di una guida. Essendo una guida le scrivo ma non le leggo – se le leggessi smetterei di essere quello che sono e diventerei quello che non sono!

                      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s