Il diavolo mi ha punto sul dito

Il diavolo mi ha punto sul dito. Mi ha sorpreso per la strada.
Il veleno deve mordere, fottere, strappare.
Mordere: iniettare il sangue cattivo, cavare sangue buono.
Iniettare, prima che il sangue si attacchi al corpo
e la carne corrompa il cuore.
Lo spirito pulsa, bolle, è metallo fatto fuoco.
Le mani scoppiano, mascelle stridono.
E’ notte, la notte ride male. E’ giorno, è uguale alla notte
accecante, ed io sono cento altri
di centomila esplosi.

Advertisements

55 thoughts on “Il diavolo mi ha punto sul dito

                    1. Spesso si dipingono gli erbivori come poveri cristi che si fanno mangiare per pecoroso altruismo, complice la tradizione cristiana (suggestiva, non lo nego, ma forse limitata). Ma considera l’elefante o il rinoceronte, animali intoccabili ed intenti solo a cose salutari come ingroppare femmine e mangiare quintali di roba che basta arraffare dai campi e dagli alberi. Chi non vorrebbe essere loro?

                      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s