Descent

La nebbia fece uscire molti alla ricerca della propria intimità. Non si aspettavano
di scontrarsi, terrorizzati, in un vicolo o in fondo a un parco.

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

39 thoughts on “Descent

        1. Pochi giorni fa ho terrorizzato una signora che di sera si addentrava sola nel fondo di un parco nebbioso, isolato e buio, alla ricerca della propria intimità. Ella mi ha sorpreso seduto su una remota panchina con il cappuccio calato (freddo e umido lo richiedevano), immerso nella meditabonda figosità, e dopo un vero e proprio balzo ha girato i tacchi e si è incamminata verso l’uscita, ma più che camminare volava. L’intimità degli altri è insostenibile!

          DIDASCALIA
          Signora, se mi leggi, sappi che il tuo spavento mi ha spaventato!

          Liked by 1 person

                    1. E’ giunto ora il momento di una

                      DIDASCALIA
                      Questo è un blog che non crede al genio se non come mito romantico e spesso rappresentato nei telefilms da ragazzi magri e un po’ effeminati con camicie a quadri o magliette stampate.

                      Like

                    2. DIDASCALIA
                      Il commento precedente contiene una parola volgare, ma divertente. Ora il lettore dovrà scegliere se sia più importante divertirsi o non offendersi, oppure perdere il senno nell’immensità del dubbio.

                      Like

                    3. DIDASCALIA
                      Per tentare di moderare le inevitabili polemiche che sui blog più seguiti si scatenano quando si utilizzano termini controversi, farò ora notare che anche Pasolini scriveva le parolacce nei libri, e anche se inizialmente tanti si offendevano, oggi nessuno si offende, anzi.
                      Cito Pasolini, di cui so ben poco, per farmi capire dai milioni di lettori che sanno ben poco di Pasolini, ma potrebbero comprendermi con l’aiuto di una incompetente citazione di Pasolini.

                      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s