Virgo

Nel giugno del 1991, dopo avere mangiato una pizza, ho girato in senso orario intorno ad una Panda parcheggiata in via De Amicis. L’automobile era verde. Mi sono sentito morire per la colpa e la vergogna, non ne ho parlato con nessuno e non mi sono mai ripreso, questa è una poesia che finisce male.

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

23 thoughts on “Virgo

    1. Una volta a un mio amico, in pizzeria, cadde la gazzosa sui pantaloni, ma proprio sulla patta. Da quel momento, per diverse ore, egli fu conosciuto come l’uomo dall’uccello frizzante, lo presentammo anche alle cameriere.

      (questa è una poesia che finisce bene)

      Liked by 1 person

    1. Ho tenuto a specificare che è una poesia che finisce male, prima che si pensasse che il testo sia un saggio storico preso bene o un articolo di biologia molecolare nostalgico.
      Ormai mi sento amico dell’utente (user-friendly).

      Like

        1. Forse perà una didascalia poetica è ancora poesia e pertanto necessita una didascalia in cui si specifica CHIARAMENTE cosa pensava e intendeva dire l’autore, e quale era il suo messaggio, anzi la morale.

          Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s