Pericolo

Stanno rovinando completamente il concetto di tisana, praticamente è stato fagocitato dalle categorie del salutista e dell’asessuato

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

27 thoughts on “Pericolo

    1. Poi bisognerebbe considerare che le tisane si possono fare non solo con cose salutari o che fanno passare la libido.
      Detto questo, massimo rispetto per la camomilla, non abbandoniamola all’integralismo salutista!

      Like

        1. Soffro quando un gruppo si appropria di simboli o realtà che non gli appartengono, e il mondo sta a guardare o asseconda.

          Passando a cose apparentemente meno frivole, prendiamo la svastica, un simbolo usato in tutto il mondo per millenni e tuttora rappresentato in contesti religiosi buddhisti e induisti: trovo insensato che un simbolo di pace venga vietato perché per un breve periodo ne abusarono i nazisti. La svastica non è dei nazisti e il nazismo è qualcosa di meno innocuo di un simbolo stampato impropriamente su una bandiera nel ‘900.

          Like

          1. È veramente una tragedia per noi tutti. Fai bene a soffrire per queste cose, sei piú umano di tutti coloro che assecondano senza fare niente o dire qualsiasi cosa.

            Like

              1. La sofferenza, soprattutto per queste tematiche, è un indice di comprensione umana, quindi è un bene che tu ce l’abbia, ma non è un qualcosa che puoi decidere di aver per qualche finalità.
                Capisco perché tu non voglia pubblicizzare determinati social network.
                Non conoscevo il sito in questione ma l’utilizzo in svariate culture, della svastica, sempre con un significato sociale antitetico di quello nazista, lo conoscevo.

                Liked by 1 person

                1. Il divieto della svastica è un giochino che fa leva sul conformismo delle masse piuttosto che sulla comprensione di un fenomeno complesso (il nazismo) e che ha radici in istinti e miserie che sono in tutti gli uomini in tutte le epoche. Si insegna ad odiare un simbolo (per giunta usato impropriamente) piuttosto che a conoscere la natura umana con i suoi lati più terribili. In sostanza si insegna a guardare il dito e non la luna, il che, purtroppo, credo sia uno dei pilastri dell’educazione di cittadini non troppo coscienti.

                  Like

                  1. Questo è un problema che temo si possa curare solo con il tempo, molto tempo, e la cultura.
                    Non guardare il dito che indica la Luna è piú difficile di quanto si possa immaginare.

                    Like

                    1. Forse non è un tipo di cultura basata sulla vastità delle conoscenze, si tratta solo di chiamare le cose col proprio nome: un simbolo è un simbolo e un omicidio è un omicidio. Il mio bisnonno probabilmente sapeva distinguere, pur analfabeta o quasi (lo ignoro), tra un simbolo e un omicidio.

                      Like

                    2. I metodi con cui si induceva odio verso le minoranze ridotte a stereotipi non sono molto diversi da quelli con cui oggi si induce repulsione verso nazisti ridotti a simboli su bandierine. In entrambi i casi una semplificazione ha impedito di riconoscere in una vittima un uomo, e in un carnefice un uomo, che è l’unica cosa forse davvero importante.

                      Like

                    3. Forse il pensiero gregario è inestirpabile, magari un alieno ci classificherebbe come una specie di grossi imenotteri sociali con un fuhrer, qualche soldato e tanti sgobboni che ciulano poco!

                      Like

    1. Secondo me, quella al limite è più onesta, dice quello che è. Pensa invece se la birra fosse poco a poco fagocitata da un gruppo random di persone (che ne so, tipo dai pastafariani) e tra 10 anni bere birra fosse una cosa da pastafariani, che se appena la fai tutti ti etichettano come pastafariano. Da amante della birra e della memoria storica per me sarebbe difficile!

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s