The world of self

Scrisse le verità che voleva conoscere, le leggi che intendeva osservare, perché
ognuno crea un mondo a sua immagine e vi mette radici, se ne ha la forza.

www.unartistaminimalista.com

Advertisements

53 thoughts on “The world of self

                    1. Dita pelose e occhi coperti da peli possono essere problematici per vedere e toccare le cose. Tutti gli altri peli solitamente non danno tanto fastidio.

                      Like

                    2. Incredibile potenza della tecnica. Osserva come nella foto sembro figosamente intrigato dall’esperimento: in realtà mi sto rompendo le palle e non penso ad altro che a una von wunster tiepida mentre ascolto del buon synth pop con le mie nuove casse. Questa è la scienza!

                      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s