Ci separammo per svilupparci

Malinconia del tardo pomeriggio chiede al cuore di tacere, alle gambe di portarmi nei posti segreti.
E’ infinito il fiume dei ricordi, e la piena mi sommerge, inattesa, spaventosa. Penso di annegare.

Ci separammo per svilupparci ognuno a modo suo, ma il mio percorso si è interrotto.
Ci separammo per svilupparci ognuno a modo suo, ma il mio percorso finisce qui.

Guardo un telefilm. Mangio uno yogurt. Risate isteriche sono il premio che cercavo.
Invece mi infilo nei campi, e i vapori sono notturni. La stagione muore con le piante di mais.
Ti porto con me, ma trattengo.
Un’ansa è distesa tra una coppia di tralicci neri. E’ maestoso, ma triste. Luna piena si incastra nei cavi
dell’alta tensione, e mi viene da pensare alle nubi di cui parlavamo. Cielo nero mi incanta, ma le stelle
non si fanno vedere.
Dove sono i contrasti, mentre tutto sembra chiaro nella notte di metallo?
Quanto è preziosa la libertà? Quanta ne occorre per stancarsi?

Advertisements

4 thoughts on “Ci separammo per svilupparci

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s