Inizio, durata e fine

Come potete dedurre dal titolo dell’articolo, è finalmente giunta l’ora dell’addio. Si vuole ignorare la fine, rimandarla, ma essa giunge comunque, e quando giunge non possiamo che salutarla con inatteso entusiasmo.
La fine è la fine dell’attesa e proprio questo la rende così inebriante. Guardarla negli occhi è scorgere se stessi, finalmente conclusi e perfetti come un cerchio. E cos’è in fondo la fine se non l’inizio della fine che finendo inizia? La fine è incoerente, per questo è essenziale per un grande artista (sto parlando di me).

Come ogni progetto, anch’io ho un inizio, una durata ed una fine. E così, dopo l’inizio e la durata, ecco la fine.
Se non fosse chiaro mi ritiro, me ne vado, lascio tutto, forse mi trasferisco in Russia.
Ma non me ne andrò senza celebrare l’addio.

 

L’appuntamento è su Radio Ramingo, 6 dicembre 2016, ore 21.30. Con la straordinaria partecipazione della

CALIFORNIUM HASHTAG BLU SPEKTRALEN COMBO, composta da:

Il Maestro Giuseppe Fiori, l’unico artista polistrumentista venerato da millenni in tutte le Milano del mondo;
Lo svizzero (b)ananartista, il nuovo Leonardo da Vinci, l’inenarrabile Cobain d’Africa;
Ed il misteriosa James Ocaz, geniale poetesso e musico dalle infinite nomee, che preferisce non essere linkata.

L’evento sarà registrato e ficcato su disco dalla SCSS Records, leggendaria etichetta italiana che ha saputo infondere gli Acidi Tonanti nelle coscienze del popolo umano di ogni specie.

Sintonizzatevi lo streaming. Che cazzo avete da fare martedì sera?

Biologia e meccanica

24.
Non è semplice descrivere una transizione di stato. Eppure funziono,
inserita la spina, come lavatrice, automobile, trapano elettrico.
E in effetti non si somigliano meccanica e biologia?

20.
Iniziai a fare chiarezza nella matassa dei fenomeni naturali.
Mi fermai tra le erbacce alla base di questo traliccio.
Iniziai a raffreddarmi. Il mio corpo prese a disfarsi
secondo i canoni della materia.
Appartengo al novero delle entità prive di vita.
Loquisco ma non sento, con enfasi,
ma privo di sensi, come macchinario.
Confermo il mio decesso.

www.unartistaminimalista.com